Il nostro servizio

Il nostro Centro Diagnostico è l'unica struttura del Volontariato nella Regione Toscana convenzionata con il Servizio Sanitario Regionale per l'attività di Endoscopia Digestiva. Il Centro è dotato di una attrezzata sala endoscopica, dotata di colonna endoscopio HD, 4 endoscopi (2 per gastroscopie e 2 per colonscopie), elettrobisturi e sistemi di monitoraggio dei parametri vitali del paziente.

Il nostro personale medico addetto al servizio di Endoscopia Digestiva assicura anche le prestazioni specialistiche in gastroenterologia, quale servizio di primo livello diagnostico delle patologie del tratto gastro-intestinale.

Gastroscopia e colonscopia

La gastroscopia e la colonscopia sono procedure endoscopiche che consentono, attraverso l'endoscopio, di osservare in modo diretto l'apparato digerente e l'apparato intestinale. 

Al nostro Centro Diagnostico vengono eseguiti esami senza sedazione, esami in sedazione cosciente (attraverso la somministrazione endovenosa di una benzodiazepina che presenta effetto di ansiolisi, sedativo-ipnotico e amnesico, in modo da ridurre sensibilmente il disagio per l'utente e rendere più tollerabile l'indagine) ed esami in sedazione profonda (solo in regime privato, attraverso la quale si vive una sorta di "sonno artificiale" e durante il quale non si avverte nessun fastidio né dolore pur continuando a respirare in maniera spontanea)

Gli endoscopi vengono sottoposti a disinfezione e sterilizzazione di altissimo livello, utilizzando le moderne tecniche previste dalle linee guida internazionali e specifiche attrezzature automatiche che garantiscono la totale tracciabilità di tutto il processo di gestione delle procedure di igiene, disingezione e sterilizzazione.

Il nostro Centro Diagnostico è convenzionato con il Servizio Sanitario Regionale per l'attività di endoscopia digestiva e si avvale del Servizio di Anatomia Patologica dell'Ospedale di Santa Maria Annunziata di Firenze. 

Presso il nostro Centro Diagnostico vengono svolti i seguenti esami edoscopici in regime privato:

  • Gastroscopia (EGDS)
  • Colonscopia
  • Colonscopia in sedazione cosciente
  • Colonscopia in sedazione completa

Come si svolge l'esame

Durante la fase di accettazione il paziente viene accolto dal personale amministrativo al desk del Centro diagnostico. Qui viene accettata la richiesta del Medico Curante, viene richiesta l'attestazione di eventuali esenzioni dal pagamento del ticket sanitario ed il paziente viene registrato. Al termine della fase di accettazione vengono consegnati al paziente gli opuscoli informativi riguardanti il tipo di esame che dovrà effettuare e l'eventuale sedazione richiesta. Questo in modo che il paziente possa essere messo a conoscenza, se già non lo è, sulla tipologia di esame e di sedazione, cosicché possa essere già preparato sulle eventuali domande da porre al personale sanitario durante il colloquio pre-esame. Nel caso di un esame eseguito in regime privato, tali informazioni, unitamente allo schema di preparazione, vengono fornite all'atto della prenotazione.
Quando è il suo turno il paziente e l'eventuale accompagnatore vengono accompagnati dal personale infermieristico all'interno della sala endoscopica dove sosterrà un colloquio conoscitivo con il medico endoscopista. Durante tale colloquio vengono valutate le indicazioni all'esame, le terapie assunte dal paziente, le patologie concomitanti ed eventuali esami precedentemente eseguiti. Il medico informa il paziente sulla tipologia di esame che andrà a sostenere e sulle eventuali procedure che potranno essere praticate, rispondendo a qualunque domanda il paziente vorrà porre. Il medico si accerta inoltre che il paziente abbia eseguito la giusta preparazione all'esame e che risulti adeguatamente accompagnato in caso di esame in sedazione.
Dopo aver acquisito il consenso informato, il paziente viene accompagnato nello spogliatoio adiacente alla sala endoscopica dove dovrà prepararsi all'esame, sulla base delle indicazioni fornite dal personale infermieristico.
Successivamente il paziente si posizionerà sul lettino dell'esame, inizialmente in posizione supina, in modo che il personale infermieristico possa posizionare un agocannula nell'arto superiore al fine di poter somministrare i farmaci necessari alla sedazione, ove questa sia prevista. Una volta che al paziente è stata somministrata l'eventuale sedazione e che ha assunto la definitiva posizione sul lato sinsitro ha inizio l'esame. Nel caso di sedazione totale il medico endoscopista è affiancato anche dal medico Anestesista-Rianimatore che si occupa della gestione dello stato di sedazione profonda in cui viene indotto il paziente per consentire lo svolgimento dell'esame senza alcun fastidio. In tutti i casi il paziente viene sempre sottoposto a monitoraggio continuo dei parametri vitali e costantemente sottoposto al controllo della équipe di endoscopia. 
Nel caso della gastroscopia, al paziente viene chiesto di stringere tra i denti un apposito boccaglio fermato con un elastico e che ha il solo scopo di evitare che lo strumento endoscopico venga inavvertitamente morso durante l'esecuzione dell'esame.
Durante l'esecuzione dell'esame le immagini aquisite dallo strumento endoscopico vengono trasmesse su un monitor ad alta risoluzione in modo che il medico possa visionare attentamente la mucosa del viscere in esame.
Durante l'esame possono essere eseguite biopsie della mucosa a fini diagnostici e possono essere asportati polipi a scopo preventivo e terapeutico. In entrambi i casi il materiale recuperato viene inviato al Servizio di Anatomia Patologica che fornirà, in tempi variabili da 7 a 30 giorni, un referto con la diagnosi istologica.
Durante la gastroscopia può essere anche eseguita un biopsia che fornirà in tempo reale informazioni sulla presenza o meno di Helicobacter Pylori, batterio potenzialmente responsabile di varie patologie dello stomaco tra cui le ulcere e il cancro. La fattibilità o meno di tali procedure viene definita dal medico endoscopista, in modo da garantire sempre la massima sicurezza per il paziente.
Al termine dell'esame, della durata media di 2-3 minuti per la gastroscopia e 15-20 minuti per la colonscopia, il paziente viene nuovamente accompagnato nello spogliatoio dove provvederà, autonomamente o aiutato dal personale infermieristico o dall'accompagnatore, a rivestirsi. Segue colloquio finale con il medico endoscopista durante il quale viene commentato l'esito dell'esame e vengono forniti consigli sulla ripresa delle normali attività quotidiane e su eventuali necessità di trattamento.
Nel caso siano state eseguite biopsie o siano stati asportati polipi, il referto istologico, prima di essere consegnato al paziente, viene sempre vidimato dal personale medico ed eventualmente corredato da indicazioni di trattamento o da consigli sugli intervalli di sorveglianza endoscopica.
Nel caso in cui sia richiesto un breve periodo di osservazione e attesa dopo l'esame il paziente viene fatto accomodare, insieme al proprio accompagnatore, in una saletta dedicata appositamente predisposta, in cui potrà rivestirsi e lasciare poi definitivamente la struttura. 

Personale Medico

Alla pagina "Medici Specialisti" del nostro sito è possibile consultare l'elenco aggiornato dei medici che operano nella specialistica. 

Le tariffe e Prenotazioni

Alla pagina "Tariffe" del nostro sito è possibile consultare tutti i prezzi delle prestazioni diagnostiche di Endoscopia.

Alla pagina "Prenotazioni" del nosto sito invece, è possibile consultare le modalità di prenotazione per visite ed esami diagnostici. 

Condividi

× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto