Con Assemblea Straordinaria in data 19 febbraio 2019, con l'assistenza del Notaio Giovanni Cerbioni, il Socio Unico dell'Impresa Sociale "Centro Diagnostico Pubblica Assistenza Signa S.r.l." ha approvato il testo del nuovo Statuto, in adeguamento alle nuove previsioni di cui al Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 112 "Revisione della disciplina in materia di impresa sociale, a norma dell'articolo 2, comma 2, lettera c) della legge 6 giugno 2016, n. 106", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.167 del 19 luglio 2017. 

All'Assemblea hanno partecipato Andrea Nepi, in qualità di Presidente dell'Impresa Sociale e Matteo Carrai, Presidente della Pubblica Assistenza Signa ODV, associazione socio unico del Centro Diagnostico e fondatrice dell'attività. Presenti anche i rappresentanti del Consiglio d'Amministrazione dell'Impresa Sociale. 

Le modifiche introdotte nello Statuto riguardano le nuove previsioni sulle Imprese Sociali, introdotte dal Decreto Legislativo n. 112/2017, finalizzate a garantire il miglior esercizio in via stabile e principale di un'attività d'impresa di interesse generale, senza scopo di lucro e per finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, adottando modalità di gestione responsabili e trasparenti e favorendo il più ampio coinvolgimento dei lavoratori, degli utenti e di altri soggetti interessati alle loro attività. 

Si rafforza l'idea di fondo dell'Impresa Sociale che costituisce un valore aggiunto rispetto a un'impresa tradizionale e che consiste nel tentativo di produrre servizi ad alto contenuto relazionale, nel cercare di fare "rete" con esperienze del terzo settore, nel produrre esternalità positive per la comunità; promuovendo lla non lucratività, lo sviluppo locale, l'adozione di valori quali la giustizia sociale, la garanzia di democraticità e trasparenza dell'organizzazione.

Con l'approvazione del nuovo Statuto si completa anche per il Centro Diagnostico l'iter di adeguamento alla nuova disciplina, già da tempo terminato anche dalla Pubblica Assistenza Signa per quanto riguarda le previsioni del nuovo "Codice del Terzo Settore".


Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies