Il nostro contributo

E' partito nella prima mattina di ieri, martedì 15 novembre, il nostro veicolo multiruolo VM90 dell'Unità Operativa di Protezione Civile con a bordo il materiale preso in consegna presso un magazzino di Campi Bisenzio e trasportato dai nostri volontari fino a Spoleto presso la sede dell'Associazione locale denominata "I ragazzi del 50/A"

I nostri volontari hanno trasportato una scorta di cibo per un ragazzo affetto da celiachia, 1000 bottiglie d'acqua, 5000 piatti, 5000 tris di posate, 1000 bicchieri, mantelline e stivali per la pioggia, giubbotti, cappelli e sciarpe e altro materiale utile, raccolto dall'Associazione "I ragazzi del 50/A". 

La richiesta di trasportare questo materiale è pervenuta direttamente dall'associazione spoletina, che lavora insieme al Centro Operativo Comunale di Spoleto e degli altri comuni della Valnerina. Le consegne sono avvenute presso i centri logistici di questa associazione a Spoleto, Norcia e Cascia.

I costi di trasporto sono stati interamente sostenuti dalla nostra Associazione, quale contributo all'attività di questa associazione spoletina. 

Ricordiamo che questa iniziativa è esclusivamente frutto della richiesta specifica pervenuta da una associazione locale per effettuare il trasporto logistico di questo materiale. Come indicato dal Dipartimento di Protezione Civile la nostra Associazione non cura la raccolta diretta di materiale di alcun tipo

Chi sono i "Ragazzi del 50/A" di Spoleto

L'Associazione nasce il 24 Agosto 2016 dall'idea del cittadino spoletino Diego Bacchettini che a seguito del sisma di Amatrice ha trasformato il suo garage in un Centro di Raccolta di beni di prima necessità. Il garage di Diego si trova in Loc. Maiano di Spoleto numero 50/A e cosi i volontari decisero di dedicare a quel luogo il nome del nostro gruppo: I Ragazzi del 50/A. In stretto contatto con il Comune e la Protezione Civile di Spoleto l'Associazione stabilisce giornalmente come e dove portare i nostri materiali raccolti. 

Le liste aggiornate di beni pervengono direttamente dai Centri Operativi Comunali (C.O.C.) dei vari Comuni colpiti dal terremoto, cosi da non far recapitare materiale inutile e quindi creare intralcio ai centri di smistamento. In pochi giorni dopo il sisma di Amatrice l'Associazione ha raccolto circa 15 tonnetale di materiale tutto donato dai cittadini di Spoleto. 

I Ragazzi del 50/A da fine agosto ad oggi hanno preso contatto in ogni città e frazione, cosi da avere sempre sotto controllo cosa servisse e in quale posto. Ed ora, come mesi fa, non è cambiato nulla. Dal 30 ottobre è ripartito il Centro di Raccolta, questa volta dedicato proprio ai territori della loro regione, l'Umbria, colpiti dal sisma.

Data la situazione l'Associazione si è dotata di un nuovo e spazioso magazzino e si è costituita ufficalmente con uno statuto, riattivando tutta la macchina organizzativa. La solidarietà non si ferma e i beni continuano ad arrivare. Quasi ogni giorno i volontari dell'associazione fanno avanti e indietro da Spoleto fino a Norcia, Preci, Castelluccio o Visso. 

Un vero esempio di sussidiarietà e resilienza: i cittadini del territorio che aiutano il loro territorio e i loco compaesani.

Per maggiori informazioni e per seguire la loro attività è disponibile la pagina facebook dell'associazione "I ragazzi del 50/A".

Condividi

× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto